• 24 febbraio “Giorno Pagano della Memoria”

    Data 24 febbriaio del 391 d.c.  Con questo decreto, qualcuno decise di porre fine alle tradizioni pagane collegate ai rituali, alle preghiere, alle statuette sacre, ai luoghi sacri e ai santuari.  «Idem AAA. ad Albinum praefectum praetorio. Nemo se hostiis polluat, nemo insontem victimam caedat, nemo delubra adeat, templa perlustret et mortali opere formata simulacra suspiciat, ne divinis atque humanis sanctionibus reus fiat. Iudices quoque haec forma contineat, ut, si quis profano ritui deditus templum uspiam vel in itinere vel in urbe adoraturus intraverit, quindecim pondo auri ipse protinus inferre cogatur nec non officium eius parem summam simili maturitate dissolvat, si non et obstiterit iudici et confestim publica adtestatione rettulerit.…

  • “Alla Scoperta delle PIANTE ANCESTRALI” 2° appuntamento

      Dopo il successo del PRIMO INCONTRO della serie:  “Alla scoperta delle Piante Ancestrali” eccoci giunti al SECONDO APPUNTAMENTO in cui si parlerà di  IL FRASSINO – LE ERBE RITUALI – IL CERVO e si terrà presso  la preziosa serra del Vivaio Gulli  sita in Via Circonvallazione 67 ad Almese (To)  (vicino al mobilificio) Parleremo delle piante e/o fiori collegati ad antiche divinità, antiche tradizioni.  La loro personalità, gli usi come medicamenti, le leggende ad esse collegate,  curiosità e consigli.       “Il Frassino dal nobile portamento accompagna il processo di trasformazione e purificazione  Il Cervo degno rappresentante della vita che ringiovanisce e del corso del tempo. Le Erbe rituali…

  • Foglie: simbolo di trasformazione

    Cosa significava per gli antichi popoli l’autunno, il periodo buio dell’anno?   Un momento di raccoglimento attorno al focolare domestico, il momento di accogliere il buio e spogliarsi del superfluo per dare più importanza alla parte più profonda del sentire. Il momento in cui immaginare ciò che vorremmo realizzare e nascondere il nostro “seme” nel grembo della Madre Terra (ora Crone) che lo custodirà fino al ritorno della nuova luce. Il momento di lasciar andare ciò che non è stato per alleggerire il viaggio lento e rilassato dell’autunno che con il suo calore ci condurrà verso il recupero delle energie che ci serviranno per poi raggiungere i nuovi obiettivi. Scopriremo…

  • SAMHAIN – “Capodanno Celtico”

    Il CALENDARIO CELTICO ha inizio con la celebrazione di SAMHAIN Capodanno Celtico. L’incontro ha, come obiettivo,  riscoprire le nostre antiche tradizioni e ritornare a seguire il ciclo della Natura, il ciclo naturale della vita. SAMHAIN il Capodanno Celtico il periodo in cui ci si ricongiunge con gli ancestrali, i nostri antenati, per poter festeggiare ma non solo….è il periodo in cui ci si prepara ad affrontare il buio, a lasciare andare ciò che non ci serve più, il periodo dell’introspezione, della trasformazione profonda. Ogni festività del Calendario Celtico porta con sé la spiritualità dei nostri antenati e dei Druidi, i quali conoscevano l’aspetto olistico della Natura, della Dea. Scopriremo il…

  • PROFUMO DI “PIOGGIA”

    Inebriante ed avvolgente, risveglio di antiche sensazioni     Ognuno di noi, si è chiesto, almeno una volta nella vita, perché il profumo della “pioggia” ci inebria così tanto, ci attira e risveglia qualcosa di profondo in noi. Prima di tutto dobbiamo considerare come i nostri antenati primitivi, esattamente come tutti gli altri animali, utilizzassero l’olfatto per poter cacciare e riconoscere, quindi, tutti gli aromi presenti in Natura. Ovviamente è rimasto radicato nel nostro patrimonio genetico e quindi si manifesta sotto forma di attrazione verso determinati odori. Questo il motivo per il quale, il profumo della “pioggia”, ha la capacità di scatenare molteplici sensazioni e farci provare innumerevoli emozioni. Il…

  • Boscoterapia….molto più che un “abbraccio”

    Per BoscoTerapia non si intende solo abbracciare gli alberi ma c’è molto di più. La BoscoTerapia facilita la connessione con la natura, risveglia i sensi più ancestrali, aiuta a riconnettersi con ogni parte del proprio corpo ed essere consapevoli delle proprie emozioni…anche quelle più profonde. La BoscoTerapia nasce dagli antichi popoli che, con l’aiuto dei Druidi, si “allenavano” quotidianamente per essere parte di tutto ciò che li circondava e per essere sempre in contatto con la propria essenza. Tutto ciò è fondamentale per essere padroni della propria vita, per essere sempre in equilibrio con il proprio sé, per poter gestire ed accettare le proprie emozioni con consapevolezza. Abbracciare gli alberi…

  • La Boscoterapia: un bosco di salute!

    Benessere nel bosco… La Boscoterapia agisce sul sistema endocrino riducendo  i livelli di ormoni dello stress quali adrenalina urinaria, noradrenalina urinaria, cortisolo salivare e livelli di cortisolo nel sangue, nonché generando un effetto rilassante. La Boscoterapia agisce anche direttamente e indirettamente sul sistema immunitario per promuovere l’attività NK (Natural Killer), aumentando il numero di cellule NK e i livelli intracellulari di proteine antitumorali come perforina, linfociti T e granzimi. Nella sua totalità, la Boscoterapia , comporta vari effetti sulla salute umana attraverso la rete psico-neuro-endocrino-immune. Esistono molteplici dimostrazioni scientifiche sui risultati, dopo 2 ore di silvoterapia (Boscoterapia) che troverete pubblicate sul sito ufficiale dell’OMS.   I risultati della ricerca sottolineano, in particolare,…